menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La pietra della Majella è arrivata sull'Everest

Missione compiuta dal gruppo di escursionisti partito da Lama dei Peligni una settimana fa per portare la bandiera del Rifugio Fonte Tarì

La bandiera del Rifugio Fonte Tarì del monte Majella è arrivata sul campo base dell'Everest. Da questa mattina alle 9.15 (ora locale di Kathmandu) il sogno di far 'incontrare' le montagne, portando un po' di Majella sulla vetta del mondo si è realizzato grazie alla tenacia di un gruppo di escursionisti partito sei giorni fa da Lama dei Peligni.

Peppe Ardente, Andrea Monaco, Luciano Carchesio, Lorenzo Ardente, Angelo Caprara e Ewa Piechowicz hanno lasciato sull'Himalaya oltre alla bandiera di Fonte Tarì, meta tra le più frequentate della Majella occidentale, anche un frammento di roccia abruzzese che reca la scritta con la provenienza. 

il gruppo di escursionisti-2

"E' stato un viaggio molto più faticoso del previsto - racconta Peppe Ardente - Oggi avevamo un dislivello non molto alto da superare per raggiungere 5340m dell'Everest Base Camp. Ma l'altitudine, le basse temperature (-10 gradi) è la sorpresa mattutina di trovare 10 cm di neve ha reso i 12 km di trekking molto impegnativi".
   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento