menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si presenta dai carabinieri con i tre figli: "Aiutatemi, mio marito mi picchia"

La donna ha denunciato diversi episodi di violenza fisica, mai refertati per l’impossibilità di poter raggiungere autonomamente l’ospedale. Il marito la costringeva a non uscire di casa, minacciandola continuamente di morte

Picchiata ripetutamente dal marito, minacciata da anni, decide di chiedere aiuto ai carabinieri che arrestano l’uomo.

L’ennesima storia di violenza arriva da Castel Frentano dove, qualche giorno fa, una giovane di origini marocchine con i suoi tre figli, il più piccolo di soli due anni, si è presentata al cancello della locale stazione dei carabinieri chiedendo loro di intervenire. La donna e i suoi figli, molto spaventati e provati, sono stati quindi accolti in caserma: qui la giovane ha potuto raccontare dei continui episodi di minacce che era costretta a subire dal marito, il quale la costringeva anche a non uscire di casa, minacciandola continuamente di morte. 

Giornate di violenza tra spintoni e percosse al volto e alla testa, seppur mai refertate per l’impossibilità di poter raggiungere autonomamente l’ospedale fino all’ultimo episodio, che ha convinto la donna a chiamare i carabinieri i quali hanno raccolto la denuncia e trasmesso un corposo rapporto alla Procura della Repubblica di Lanciano. 

Ieri pomeriggio i carabinieri di Castel Frentano in collaborazione con i colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno dato esecuzione al provvedimento di custodia cautelare, emesso dal gip di Lanciano: A.A., 34enne, è stato tratto in arresto con l’accusa di maltrattamenti in famiglia, ora si trova nella casa circondariale di Vasto.

La moglie è stata affidata ai Servizi Sociali e collocata in una struttura protetta.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento