Cronaca

Picchiata e maltrattata dal coniuge che le impediva persino di parlare al telefono: interviene la polizia

L'uomo, 30 anni, le impediva perfino di comunicare con i suoi parenti. E' stato allontanato da casa dopo la denuncia

Gli agenti della sezione anticrimine del commissariato di Lanciano hanno eseguito un’ordinanza di applicazione di misura cautelare nei confronti di un cittadino pakistano di 30 anni, denunciato per maltrattamenti in famiglia e lesioni. 

Il gip ha disposto l’allontanamento dalla casa familiare e il divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla ex coniuge e dai suoi familiari, con divieto di comunicare con gli stessi con qualsiasi mezzo.

Le indagini degli agenti del commissariato frentano, diretti dal vice questore Lucia D’Agostino, sono scattate in seguito alla denuncia per maltrattamenti in famiglia e lesioni sporta da una giovane residente a Lanciano.

La donna nell’ultimo anno era stata vessata, maltrattata e picchiata dal coniuge che le impediva perfino di utilizzare il telefono cellulare per comunicare con i suoi parenti.

Da qui la misura cautelare emessa dal gip su del procuratore di Lanciano.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata e maltrattata dal coniuge che le impediva persino di parlare al telefono: interviene la polizia

ChietiToday è in caricamento