rotate-mobile
Cronaca Lanciano

Minacce e percosse all'ex ragazza incinta: condannato a due anni

Il 24enne di Lanciano era stato arrestato ad aprile con le accuse di aver picchiato la giovane fidanzata incinta di sei mesi e di averla minacciata di farla abortire


Due anni di reclusione per stalking, minacce, lesioni aggravate e un risarcimento danni alla parte lesa pari a 5 mila euro. E' la condanna del giudice nei confronti di L.S., il 24enne di Lanciano arrestato lo scorso 14 aprile con le accuse di aver picchiato la giovane fidanzata incinta di sei mesi e di averla minacciata di farla abortire.

In tribunale l'imputato si è difeso dicendo che non avrebbe mai fatto del male alla ex perchè incinta, ma di aver solo cercato con insistenza di avere chiarimenti sulla relazione perchè avrebbe voluto assumersi gli obblighi di padre. Il suo difensore preannuncia appello.

Il giovane è accusato anche violazione di domicilio ai danni dell'ex ragazza, che ha avuto otto giorni di prognosi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minacce e percosse all'ex ragazza incinta: condannato a due anni

ChietiToday è in caricamento