Cronaca Vasto

Picchia la convivente e le rompe il braccio: arrestato dai carabinieri

Un altro brutto episodio di violenza privata, stavolta a Vasto. In carcere è finito un 47enne

Ancora episodi di violenza sulle donne, con un’indagine dei carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Vasto conclusasi con l’arresto di G.S., 47 anni, di origini pugliesi ma abitante a Vasto, per maltrattamenti, lesioni e violenza privata nei confronti della propria convivente.

I fatti risalgono allo scorso 30 giugno quando il personale del pronto soccorso dell’ospedale di Vasto richiedeva l’intervento dei carabinieri poiché una donna, presentatasi qualche istante prima, presentava lesioni su tutto il corpo dopo essere stata barbaramente picchiata dal proprio compagno.

INDAGINI LAMPO

Come verificato anche dai carabinieri del NORM di Vasto, intervenuti sul posto, la vittima presentava vistose ecchimosi sul volto, su entrambi le mani, sul torace, sulla testa aveva anche riportato la frattura ad un braccio. Dalle indagini, che hanno interessato anche il contesto sociale in cui G.D. risiedeva con la compagna e 5 figli tutti minori, è emerso un inquietante quadro di maltrattamenti e vessazioni che l’arrestato infliggeva alla donna. Lo stesso si era reso anche protagonista di alcuni danneggiamenti nei confronti di alcuni esercizi pubblici poco distanti dalla sua abitazione.

Così la Procura della Repubblica di Vasto ha richiesto con urgenza e ottenuto dal Gip la misura cautelare nei confronti del 47enne, che è finito in carcere a Vasto. Dovrà rispondere di maltrattamenti nei confronti della convivente, lesioni volontarie e violenza privata
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia la convivente e le rompe il braccio: arrestato dai carabinieri

ChietiToday è in caricamento