Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca Vasto

Pesca in acque non consentite: più di 300 chili di vongole sequestrate e sanzione da 2 mila euro [FOTO]

L'operazione della guardia costiera in località Mottagrossa, in prossimità della riserva naturale di Punta Aderci; i molluschi, ancora vivi e vitali, sono stati rigettati in mare

Più di 300 chili di vongole sono state sequestrate dalla guardia costiera di Vasto a una vongolara intenta in attività di pesca in zona non consentita.

Ieri mattina, la motovedetta CP 538, durante l'attività di pattugliamento delle acque di giurisdizione, ha individuato e sanzioanto, in prossimità della riserva naturale di Punta Aderci, una barca da pesca dedita alla raccolta delle vongole in zona non consentita.

Intorno alle ore 8.30, l'unità navale ha scorto infatti in località Mottagrossa una vongolara intenta in attività di pesca a una distanza di circa 300 metri dalla costa e dunque ben oltre il limite consentito dei 500 metri.

La violazione ha comportato, oltre all’elevazione di una sanzione amministrativa di 2mila euro, anche il sequestro di circa 330 chilogrammi di vongole e dell’attrezzo da pesca denominato “rastrello”.

I militari hanno proceduto inoltre all’assegnazione di punti sulla licenza da pesca e al comandante dell’unità, sanzioni accessorie particolarmente severe imposte dalle normative europee e volte a scoraggiare ulteriormente la recidività di tali azioni.

Consultato il servizio veterinario della Asl Lanciano Vasto Chieti, i molluschi, a seguito dell’accertamento, sono stati immediatamente rigettati in mare poiché ancora vivi e vitali.

L’intensa attività di vigilanza della guardia costiera ha come obiettivo il contrasto a tali fenomeni, nell’intento di salvaguardare l’ambiente marino e costiero, garantire la sicurezza della navigazione e tutelare le risorse ittiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pesca in acque non consentite: più di 300 chili di vongole sequestrate e sanzione da 2 mila euro [FOTO]
ChietiToday è in caricamento