menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pesca illegale: sanzioni per 5 mila euro e 40 chili di polpi sequestrati donati alla Caritas

Nella notte la guardia costiera ha sorpreso alcuni pescatori sportivi che avevano catturato una quantità superiore al massimo consentito

Stavano pescando polpi, in piena notte, sulla costa ortonese, in quantità di gran lunga superiori al quantitativo massimo consentito, ma sono stati sorpresi dai militari della guardia costiera di Ortona, impegnati in attività di contrasto alla pesca illegale.

Per questo, alcuni pescatori sportivi dovranno pagare sanzioni salate fino a 5 mila euro. Inoltre, si sono visti sequestrare le attrezzature da sub utilizzate e quasi 40 chili di polpi frutto dell'attività illecita.

Il prodotto è stato immediatamente sottoposto all’accertamento del servizio veterinario territoriale ed è risultato idoneo al consumo umano. Perciò, è stato devoluto in beneficenza ai bisognosi mediante consegna alla Caritas diocesana di Lanciano.

"Le attività illegali - spiega la guardia costiera in una nota risultano, purtroppo, non poco frequenti sul litorale ortonese costituendo grave nocumento alla conservazione delle specie ittiche e dell’ambiente marino. Per questo, il personale della Guardia Costiera continuerà a garantire il proprio impegno per il contrasto alla pesca illegale mediante una mirata attività di vigilanza e controllo della filiera ittica anche ai fini della tutela del consumatore finale". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento