menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vicina terribile rende la vita impossibile a una giovane e la minaccia di morte con un coltello

Una donna di origini pugliesi di 47 anni è finita in manette dopo aver reso la vita impossibile a una ragazza romena di 26 anni, prima solo con offese e rumori molesti, poi brandendo un coltello e tentando di rapinarla

Da tempo rendeva la vita della sua vicina, una giovane romena di 26 anni, impossibile. Faceva rumore per disturbarla, fino a piena notte bussava contro il muro urlandole improperi di ogni tipo, al punto da esasperare non solo la sua vittima, ma tutti gli inquilini del palazzo. Protagonista delle intemperanze una donna di 47 anni, originaria di San Severo (Foggia), che alla fine è finita in manette, arrestata dai carabinieri del nucleo operativo radiomobile della compagnia di Chieti, su esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del tribunale di Chieti Isabella Maria Allieri, su richiesta del pm Lucia Campo. Deve rispondere di rapina, violazione di domicilio e lesioni personali. 

Come detto, secondo quanto hanno appurato le indagini, la 47enne da tempo aveva preso di mira la giovane straniera. Fino al 30 settembre scorso, quando si è spinta oltre. Si è presentata nell'appartamento della vicina con un coltello da cucina, gridandole minacce di morte e addirittura arrivando a dire che avrebbe dato fuoco alla porta. 

La ragazza, per paura di cosa avrebbe potuto fare la donna, ha aperto la donna, ma a quel punto l'incubo è ulteriormente degenerato. Si è ritrovata con un coltello puntato alla gola e una richiesta di soldi, che non ha esaudito, spiegando di non avere contanti. Una risposta che non ha soddisfatto la vicina terribile: ne è nata una colluttazione, in cui la più giovane è rimasta ferita a una mano, finché è riuscita a scappare sul balcone e a chiedere aiuto. 

La persecutrice le ha rubato il telefono ed è scappata, sfidandola anche a denunciarla. Fortunatamente, così è stato: nel giro di poco sono arrivati i carabinieri, che hanno soccorso la ragazza ferita e hanno avviato le indagini, scoprendo una realtà da incubo. Alla fine, la donna pugliese è finita in manette. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento