Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

Perde la madre al Pronto Soccorso: la smentita della Asl

La paziente è giunta all'ospedale di Vasto poco dopo le ore 13, è stata ricoverata alle 19.30 ma il suo nome non figurava nei registri dei pazienti trattenuti in osservazione breve

La Asl smentisce quanto denunciato dal figlio di una donna trasportata al Pronto Soccorso dell'ospedale di Vasto, di cui si sarebbero perse le tracce dopo una lunghissima attesa.

A correggere le dichiarazioni dell'uomo interviene la responsabile della Direzione sanitaria del "San Pio", Rosanna Florio, secondo la quale la paziente è giunta in ospedale qualche minuto dopo le ore 13 ed è stata ricoverata alle ore 19.30, dopo essere stata sottoposta a una serie di visite e accertamenti diagnostici, necessari per inquadrarne la patologia.

"Alla richiesta di notizie da parte del figlio a un operatore del Pronto Soccorso, si è verificato solo un errore di verifica dei registri - si legge in una nota - per cui la donna era stata cercata tra i pazienti trattenuti in osservazione breve, dove ovviamente non era più presente in quanto ricoverata. Un secondo controllo, fatto immediatamente nell'elenco dei ricoveri, ha permesso di identificare il reparto presso cui era stata inviata".

"Si è trattato - dice Florio -  di una svista che non credo possa essere stigmatizzata come fatto gravissimo. Può capitare quando si lavora in pochi e si fa fronte a un'attività convulsa come quella del Pronto Soccorso, che assicura ogni giorno assistenza di qualità a centinaia di pazienti. Mi pare l'unico aspetto degno di nota".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde la madre al Pronto Soccorso: la smentita della Asl

ChietiToday è in caricamento