Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca Centro Storico / Piazza Gian Battista Vico

“Per il tuo cuore”: a Chieti e Ortona giornata di prevenzione contro la morte cardiaca improvvisa

Test gratuiti a Chieti e Ortona. L'iniziativa è promossa dall'Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri. Un'occasione per riportare l'attenzione sui fattori di rischio cardiovascolare e prevenire la morte cardiaca improvvisa

Un’occasione per riportare l’attenzione sui fattori di rischio cardiovascolare e prevenire la morte cardiaca improvvisa, soprattutto nei giovani e negli sportivi. Questo il senso dell’iniziativa “Per il tuo cuore”, promossa dall’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri il 15 e 16 febbraio a Chieti e Ortona. Si parte nel pomeriggio di sabato 15 con un convegno rivolto alla cittadinanza in programma alle ore 17,30 all’Auditorium della Carichieti (Palazzo de' Mayo). Domenica invece, dalle 9,30 fino a sera, in piazza Vico a Chieti e presso l’atrio dell’ospedale “Bernabeo” a Ortona, sarà a disposizione dei cittadini uno stand dove poter effettuare la valutazione del rischio cardiovascolare globale attraverso parametri clinici (peso, altezza, pressione arteriosa, circonferenza addominale) e di laboratorio (colesterolo, glicemia, trigliceridi). In caso di rischio cardiovascolare alto, espresso dai suddetti valori, il cittadino che si è sottoposto al test sarà invitato a sottoporsi a una visita specialistica cardiologica. Le équipe di medici e infermieri coinvolte nell’iniziativa sono coordinate da Marcello Caputo, direttore f.f. della Cardiologia di Chieti.

I DATI - Ogni anno in Italia si contano circa 60 mila vittime per la morte cardiologica, di cui 1.000 tra i giovani sportivi, che hanno il doppio delle probabilità di esserne colpiti rispetto ai coetanei che non praticano sport a livello agonistico. L’incidenza nella fascia di età tra 12 e 35 anni è pari a 1-4 atleti colpiti ogni 100 mila, con maggiore frequenza nelle squadre minori. In molti casi si tratta di morti potenzialmente evitabili, attraverso visite mediche approfondite, soprattutto in caso di familiarità o sintomi sospetti, ma anche grazie alla disponibilità di defibrillatori automatici in stadi e centri sportivi e la conoscenza di base di rianimazione cardiopolmonare da parte della popolazione. La finalità della campagna, dunque, è informare i cittadini sulla possibilità di contrastare eventi così drammatici attraverso la prevenzione, la ricerca e la diffusione dei defibrillatori. Per questo è stata avviata anche una raccolta fondi con un sms o una chiamata al numero 45595, i cui proventi saranno impiegati per corsi di rianimazione cardiopolmonare rivolti a squadre di calcio dilettantistiche e a 40 mila studenti di 60 scuole superiori italiane, e per l’acquisto di 60 defibrillatori da distribuire a squadre calcistiche giovanili.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Per il tuo cuore”: a Chieti e Ortona giornata di prevenzione contro la morte cardiaca improvvisa

ChietiToday è in caricamento