rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Caso Pellegrini, diffidata la Asl di Chieti

La Asl Lanciano Vasto Chieti deve far arrivare dall'Olanda il farmaco necessario alle cure, ma chiede al paziente di anticipare le spese, che ammontano a un migliaio di euro al mese

L'avvocato che rappresenta Fabrizio Pellegrini, il pianista recluso per quasi due mesi per aver coltivato marijuana a scopo terapeutico, ha diffidato la Asl di Chieti a fornire al suo assistito la cannabis necessaria alle cure. Vincenzo Di Nanna, segretario dell'associazione Aministia, Giustizia e libertà Abruzzo, ha sottolineato in una note le gravi condizioni del suo assistito. 

La Asl Lanciano Vasto Chieti deve far arrivare dall'Olanda il farmaco necessario alle cure, ma chiede al paziente di anticipare le spese, che ammontano a un migliaio di euro al mese. Nel frattempo l'avvocato Di Nanna ha chiesto alla Regione di dar seguito alla legge proposta nella precedente legislatura dal consigliere di RIfondazione Maurizio Acerbo, sulla possibilità di coltivare cannabis per scopi terapeutici.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Pellegrini, diffidata la Asl di Chieti

ChietiToday è in caricamento