Paziente deceduto a Chieti, assolto il medico del pronto soccorso

Il dottore era sotto processo perché accusato di omicidio colposo in relazione alla morte di un uomo di 49 anni. I fatti risalgono a luglio del 2014 e l'indagine prese le mosse dalla denuncia querela presentata dai familiari del defunto

Il giudice dell'udienza preliminare del Tribunale di Chieti ha assolto perche' il fatto non sussiste un medico del pronto soccorso dell'ospedale di Chieti. Il dottore era sotto processo perché accusato di omicidio colposo in relazione alla morte di un uomo di 49 anni.

I fatti risalgono a luglio del 2014 e l'indagine prese le mosse dalla denuncia querela presentata dai familiari dell'uomo che, una volta in ospedale, secondo l'accusa fu vittima delle conseguenze di una diagnosi tardiva ovvero della perforazione del diverticolo che comporto' la compromissione generale delle condizioni cliniche e il decesso.

Secondo la difesa e' stata decisiva la consulenza di parte redatta dal prof. Ildo Polidoro ed e' stata riconosciuta la mancanza del nesso causale. I familiari, dalla cui querela prese il via l'indagine, si erano costituiti parte civile assistiti dagli avvocati Marco Femminella e Giulio Fierini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto nel cuore della movida dello Scalo: automobile travolge una moto

  • Al Comune di Ortona concorso pubblico per sette posti a tempo indeterminato

  • La migliore colazione è a Chieti, premiata l'eccellenza di Manuela Bascelli

  • Allarme invasione cimici: i rimedi per eliminarle da casa

  • Va a prendere il figlio a scuola e viene investito in pieno centro

  • Casoli, il mezzo agricolo gli trancia la gamba: agricoltore muore dissanguato

Torna su
ChietiToday è in caricamento