Cronaca Centro Storico / Via Filandro Vicentini, 8

La scoperta choc: il pavimento della scuola di via Bosio è fatto per un terzo di fibre di amianto, vietate dal 1992

Una sostanza pericolosissima con cui i bimbi della primaria sono a contatto ogni giorno. E ora i consiglieri Febo e Zappalorto chiedono di intervenire prima di settembre

Nel pavimento della scuola di via Bosio c'è il 29% di fibre di amianto. Una percentuale troppo alta di una sostanza vietata ormai da un quarto di secolo: nel 1992, infatti, l'Italia è stato il primio Paese europeo a mettere al bando questo materiale cancerogeno. Eppure, ci sono ancora troppi edifici, soprattutto pubblici, non adeguati alla normativa. 

Come nel caso della scuola elementare nella zona del Villaggio Celdit, dove da decenni i bambini rischiano di inalare una sostanza pericolosissima, mettendo a rischio la loro salute. 

Per questo, i capigruppo di Chieti per Chieti, Luigi Febo, e Pd, Chiara Zappalorto, presentano un ordine del giorno per chiedere all'amministrazione comunale di provvedere immediatamente alla bonifica, come previsto dalla legge.

"I lavori non sono complicati - spiegano - la copertura finanziaria c’è e quindi se si può senz’altro procedere già da lunedì alla progettazione, ovviamente interna,e bando di gara. I tempi per riconsegnare la scuola a settembre ci sono tutti". 

I due consiglieri di minoranza propongono di utilizzare le somme derivanti dalla rinegoziazione dei mutui Cassa Depositi e Prestiti in parte già destinate, con delibera del consiglio comunale dello scorso 31 maggio, alla sicurezza nelle scuole.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La scoperta choc: il pavimento della scuola di via Bosio è fatto per un terzo di fibre di amianto, vietate dal 1992

ChietiToday è in caricamento