Cronaca Fossacesia

Patrimonio abbandonato, Fossacesia recupera le sue bellezze

Il comune candida due progetti di recupero: fabbrica del volontariato presso la ex scuola media e museo archeologico nei locali abbandonati sotto il portale della luna di San Giovanni in Venere

Nell’ambito del programma promosso dal Governo nei giorni scorsi, bellezza@governo.it, Fossacesia ha presentato due proposte progettuali finalizzate al recupero e alla ristrutturazione di luoghi culturali dimenticati della città.

L’iniziativa è nata per valorizzare l’immenso patrimonio culturale italiano, in particolare quello abbandonato, attraverso il coinvolgimento dei cittadini. Cttadini e amministrazione comunale di Fossacesia hanno candidato due progetti di recupero.

Il primo interessa il complesso monumentale di San Giovanni in Venere e nello specifico i locali sottostanti il portale della Luna dell’Abbazia, l’antica Fonte di Venere ed il belvedere di San Giovanni. "L’idea progettuale - spiegano dal Comune - nasce dalla volontà di recuperare i tre luoghi abbandonati per poterne fare un percorso archeologico, artistico, paesaggistico ed architettonico di straordinaria bellezza, dove il turista possa avere l’opportunità di ammirare non solo l’Abbazia di San Giovanni in Venere, ma anche i beni archeologici rinvenuti nella zona, nonché lo straordinario paesaggio della costa dei trabocchi, andando così ad arricchire il Sistema Culturale di Fossacesia, attivo a partire dal mese di maggio scorso".

L’altra idea progettuale invece riguarda i locali della ex scuola media cittadina, un tempo convento delle suore passioniste, dove l’amministrazione vorrebbe far nascere la "Fabbrica del Volontariato e della Partecipazione" ossia un luogo dove le numerose associazioni possano sviluppare progetti, idee ed iniziative utili per far crescere la partecipazione attiva dei cittadini, con particolare coinvolgimento dei giovani. Il progetto è stato condiviso con la Consulta delle Associazioni di Fossacesia. Ampia è stata la partecipazione dei cittadini che numerosissimi hanno inviato la mail al Governo, all’indirizzo bellezza@governo.it, per sostenere i due progetti di recupero. “Auspichiamo che i progetti promossi possano ottenere i finanziamenti richiesti – dichiara il sindaco di Fossacesia, Enrico Di Giuseppantonio – perché poter recuperare i locali sottostanti il portale della Luna della’Abbazia di San Giovanni in Venere oppure la Fonte romana di Venere o il belvedere di San Giovanni o i locali della ex scuola media rappresenterebbe senza dubbio un valore aggiunto allo sviluppo culturale, turistico e del mondo dell’associazionismo cittadino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Patrimonio abbandonato, Fossacesia recupera le sue bellezze

ChietiToday è in caricamento