Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Sirente-Velino, ritirato progetto legge: il parco salvato da una valanga di firme

Di fronte all'opposizione di migliaia e migliaia di cittadini, di tantissime associazioni ambientaliste e del consigliere Acerbo, la Conferenza dei capigruppo in Consiglio regionale ha ritirato il provvedimento

La Conferenza dei Capigruppo in Consiglio regionale ha deciso in Seconda Commissione il ritiro del progetto di legge regionale sulla riperimetrazione del Parco Sirente-Velino.

Il progetto di legge era stato proposto dal consigliere regionale Luca Ricciuti ma una vera e propria valanga di firme, quasi 180.000 raccolte nell’arco di pochi giorni, ha letteralmente seppellito i propositi di “riperimetrare” il Parco. L’ iniziativa è stata lanciata da Animal Amnesty e subito raccolta da decine di associazioni ambientaliste che ieri hanno portato la protesta dei cittadini sul tavolo dei consiglieri regionali .

Dichiara Herbert Simone, vice presidente del Wwf Abruzzo e componente del Consiglio Direttivo del Parco Sirente Velino: “Aver bloccato la proposta di riperimetrazione è un fatto importantissimo perché la revisione dei confini avrebbe estromesso dall’area protetta zone di rilevanza ambientale e paesaggistica importantissima; ma ora è necessario approvare in tempi rapidissimi il Piano del Parco, che è lo strumento indispensabile per permettere all'Ente Parco di svolgere il proprio ruolo di ente di Protezione Ambientale con efficienza”.

“Questa volta – aggiunge il presidente regionale dell’associazione ambientalista Luciano Di Tizio – ha prevalso il buon senso, ma occorre che la Regione cambi decisamente strategia e cominci a credere nell’ambiente come volano per lo sviluppo anche economico, abbandonando scelte basate su logiche ormai superate e che finora hanno comportato soprattutto danni per gli abruzzesi” .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sirente-Velino, ritirato progetto legge: il parco salvato da una valanga di firme

ChietiToday è in caricamento