rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Parchi inclusivi per carrozzine, la proposta di Marco Di Paolo

Il consigliere ha presentato un ordine del giorno per realizzare in città aree gioco senza barriere architettoniche e con strutture idonee ai bimbi normodotati e a quelli in carrozzina, per favorire l'integrazione

Un ordine del giorno per realizzare “parchi inclusivi”, ovvero aree adibite al gioco e al relax idonee anche a bimbi con disabilità motorie, costretti in carrozzina, per divertirsi insieme ai loro coetanei.

È la proposta del consigliere comunale Marco Di Paolo che, pur riconoscendo le difficoltà economiche delle casse comunali, punta l’attenzione sulla necessità di adeguare i parchi esistenti, magari approfittando degli interventi di manutenzione o sostituzione di giochi usurati. L’obiettivo è quello di “iniziare un lento ma importante processo di trasformazione e integrazione”.

In città l’unica area attrezzata per disabili è alla villa comunale, dove l’anno scorso l’associazione Diritti diretti donò anche un’altalena adatta alle carrozzine. Ma mancano strutture idonee nelle altre zone della città. “Il parco inclusivo – spiega il consigliere – è accessibile e fruibile da parte di tutti in qualunque momento”.

Per poter far giocare tutti i bimbi nella massima sicurezza occorre ovviamente eliminare barriere architettoniche, erba alta, terreno dissestato,qualunque pericolo potenziale per bimbi normodotati e non. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parchi inclusivi per carrozzine, la proposta di Marco Di Paolo

ChietiToday è in caricamento