rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca

Parchi acquatici e piscine nel mirino dei Nas: sanzioni e sequestri anche in provincia di Chieti [VIDEO]

I carabinieri del Nas di Pescara hanno sanzionato i titolari di tre parchi acquatici. Riscontrate anche carenze igienico-sanitarie nei punti di ristoro

Una vasta campagna di controlli nei parchi acquatici e nelle piscine destinate all’uso ricreativo e di divertimento in tutta Italia ha impegnato nelle ultime settimane i carabinieri del Nas i quali, d’intesa con il Ministero della salute, hanno intensificato le ispezioni che hanno riguardato anche il Chietino.

In Abruzzo, infatti, i carabinieri del Nucleo antisofisticazioni e sanità hanno sanzionato i titolari di tre parchi acquatici dislocati nelle provincie di Chieti e L’Aquila. Qui, nel corso dei controlli, i militari hanno potuto accertare l’assenza dei registri dei controlli biologici dell'acqua e una carente manutenzione dei locali adibiti ad infermeria e spogliatoi che sono risultati sporchi e contenenti materiali estranei rispetto alla destinazione d'uso. Sono state inoltre rilevate carenze igienico-sanitarie e gestionali nei punti di ristoro e si è provveduto al sequestro di 20 chili di alimenti sprovvisti di tracciabilità.

Le attività, condotte su tutto il territorio nazionale, hanno interessato tra luglio ed agosto l’ispezione di 288 strutture: 83 quelle risultate irregolari (pari al 28% degli obiettivi ispezionati), che hanno portato alla contestazione di 108 sanzioni penali ed amministrative per oltre 40 mila euro. Sono stati poi disposti 10 provvedimenti di chiusura nei confronti di altrettanti impianti e aree ricreative acquatiche a causa di gravi criticità ritenute incompatibili con la prosecuzione dell’attività ludica e con la frequentazione degli utenti.

Nelle province di Messina, Viterbo e Latina, i controlli di carabinieri hanno accertato la inidoneità delle acque utilizzate negli impianti natatori e di divertimento, rilevando anche elevati contenuti di coliformi fecali e cariche batteriche, tali da rendere l’acqua pericolosa per la salute umana a causa di potenziale rischio di tossinfezioni. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parchi acquatici e piscine nel mirino dei Nas: sanzioni e sequestri anche in provincia di Chieti [VIDEO]

ChietiToday è in caricamento