Sui parcheggi al Comune intervengono Cisl e Uil: "Salvaguardare lavoratori BluParking"

Dopo il passaggio della gestione a Teateservizi le organizzazioni sindacali chiedono la tutela per i 18 dipendenti

La UilTucs Abruzzo e la Fit Cisl intervengono sul servizio di gestione dei parcheggi a pagamento dopo il passaggio (dal 1° maggio) dalla gestione della società Blu Parking a quella di Teatservizi.

"La Blu Parking con comunicazione del 29 aprile ci ha preannunciato - si legge nella nota Cisl - che dalla stessa data ha posto i lavoratori in ferie forzate. In tal senso ci aspettiamo a breve, come peraltro preannunciato nella medesima comunicazione, l’apertura della procedura di licenziamento collettivo". 

Le organizzazioni sindacali sottolineano la necessità di tutelare i 18 lavoratori della Blu Parking. "In particolare si tratta di 14 ausiliari del traffico e di 4 tra addetti alle pulizie, manutenzione e amministrativi di cui circa il 90 vantano una anzianità di servizio sull’appalto che supera i 15 anni, per cui si chiede la garanzia e la tutela occupazionale senza la quale si determinerebbe un grave danno occupazionale e sociale per le 18 famiglie coinvolte che si vedrebbero private del sostentamento, soprattutto in considerazione del fatto che molti dei lavoratori hanno superato i 50 anni e per cui risultano soggetti difficilmente reinseribili nel mercato del lavoro". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Senza entrare nel merito delle beghe legali ma affrontando la questione dal punto di vista prettamente sociale - aggiungono i sindacati -  ci chiediamo come possa l’ente generare disoccupazione, facendo peraltro pesare sulla collettività le future indennità NASPI dei lavoratori, invece di adoperarsi per tutelare l’occupazione. Ci aspettiamo che il primo cittadino si metta una mano sulla coscienza e a tal proposito abbiamo fatto una richiesta urgente d’incontro alla prefettura che, ci auspichiamo, coinvolga a stretto giro tutti gli attori interessati, in modo da concertare un’azione di tutela a favore dei lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dolore e sgomento per la morte di Ottavio De Fazio, il motociclista caduto durante un'uscita

  • Impiegata positiva al Covid-19, chiude ufficio postale di Francavilla al Mare

  • Schianto mortale lungo la Tiburtina: motociclista di Chieti perde la vita

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

Torna su
ChietiToday è in caricamento