rotate-mobile
Cronaca Guardiagrele

Papa Francesco prega per Noemi e chiede un minuto di silenzio

A San Pietro in 50mila pregano per la bimba di Guardiagrele affetta da Atrofia muscolare spinale. Durante l'udienza generale il pontefice ha chiesto un minuto di silenzio prima di recitare insieme l'Ave Maria per la salute della bimba

Papa Francesco continua a pregare per la piccola Noemi, la bimba di Guardiagrele affetta da Atrofia muscolare spinale (Sma).

Questa mattina durante l'udienza generale il pontefice ha chiesto ai fedeli -  migliaia gli abruzzesi arrivati in pullman a San Pietro - un minuto di silenzio prima di recitare insieme una Ave Maria per la salute della bimba, incontrata poco prima.

Queste le parole di Papa Francesco riportate dall’Ansa: “Mi permetto di chiedervi un atto di carità – ha detto sorridendo  - state tranquilli che non si farà una raccolta: prima di venire in piazza sono andato a trovare una bambina di un anno e mezzo, con una malattia gravissima, suo papà e sua mamma pregano, chiedono al Signore la salute di questa bella bambina, si chiama Noemi, sorrideva poveretta, facciamo un atto di amore, noi non la conosciamo, ma è una bambina battezzata, è una di noi, è una bambina cristiana, facciamo un atto d'amore per lei, chiediamo al Signore che la aiuti e le dia la salute, in silenzio un attimo, e poi pregheremo l'Ave Maria. E adesso tutti insieme pregiamo la Madonna per la salute di Noemi".

Momenti di commozione in piazza dopo aver recitato insieme la preghiera.

Un altro atto che dimostra la reale vicinanza di Papa Bergoglio alla famiglia Sciarretta di Guardiagrele, che lotta affinché la figlia di neanche un anno e mezzo venga curata con il metodo Stamina.

Poche settimane fa il Papa aveva telefonato al padre della piccola dopo che aveva ricevuto un lettera, consegnata a mano da monsignor Forte. Nei giorni scorsi ancora, il Santo Padre ha donato un rosario alla bambina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco prega per Noemi e chiede un minuto di silenzio

ChietiToday è in caricamento