LETTORI Santa Maria: sistemato il palo stradale caduto in via Olivieri

Riportiamo l'intervento e le foto di un nostro lettore, Luciano Pellegrini, imbattutosi in segnale stradale caduto per strada, probabilmente a causa del forte vento, in via Silvino Olivieri e riposizionato il giorno seguente

Quando la segnaletica verticale diventa orizzontale o è colpa del vento o di qualcuno che ha manomesso il palo. Per fortuna, dopo una tempestiva segnalazione, il palo è tornato al suo posto nel giro di una notte.

A raccontarlo è il signor Luciano Pellegrini il quale, rientrando a casa domenica pomeriggio verso le 18 , all’altezza del benzinaio Erg in via Silvino Olivieri, zona Santa Maria, ha incrociato a terra il palo di metallo lungo circa due metri con segnale stradale annesso: la palina con il cartello del divieto di fermata appunto. In questo caso, chiunque fosse passato di lì con l’automobile, avrebbe dovuto necessariamente contravvenire alla norma per non farsi male. Il cartello era finito verso il centro della strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ho immediatamente spostato questo palo sul marciapiede per evitare incidenti alle vetture cercando di immaginare cosa poteva succedere – scrive il nostro lettore -  se cadeva su una vettura parcheggiata o in transito, poco male perché la carrozzeria viene riparata anche se bisogna vedere chi paga. Quello che spaventa è se questo 'palo' con segnale stradale colpiva un pedone? Possibile che il vento abbia procurato questo danno?  
Lunedì mattina alle nove telefono all'assessore D'Agostino e gli chiedo di far intervenire i vigili e l'ufficio tecnico per rimuovere l' inconveniente. Esco di casa per gli impegni e...sorpresa, la palina era tornata in posizione verticale. Era stata messa a posto. Che dire, brava amministrazione per la tempestività dell'intervento. Ma è possibile che quando a Chieti soffia il vento ci sono problemi di diverso genere e pericolosi? Cornicioni che cadono, finestre che volano, vetri in frantumo. Cose documentate e accadute”.
 
Davvero c’è da stare poco tranquilli per quello che potrebbe succedere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso in casa, muore a 39 anni tecnico informatico

  • L'Abruzzo scelto per la sperimentazione dell'app Immuni con Liguria e Puglia, si parte a giugno

  • In Abruzzo arrivano i Condhotel, stanze d'albergo vendute ai privati

  • Paglieta in lutto per Antonella, mamma di tre bambini scomparsa a 34 anni

  • Decathlon investe in provincia di Chieti: apre un secondo punto vendita

  • Smantellata la rete che riforniva di droga la provincia di Chieti: arrestate 13 persone

Torna su
ChietiToday è in caricamento