menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Supermarket della droga in casa, padre e figlio condannati a 6 anni

Il tribunale di Chieti ha riconosciuto colpevoli Massimo Di Nardo, 49 anni, e il figlio Danilo 22, arrestati lo scorso gennaio

Sono stati condannati a 6 anni di reclusione ciascuno e al pagamento di una multa di 25.822 euro Massimo Di Nardo, 49 anni, e il figlio Danilo 22, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. La sentenza del giudice monocratico del tribunale di Chieti Andrea Di Berardino è arrivata ieri. Inoltre, sono stati interdetti in perpetuo dai pubblici uffici.

Padre e figlio erano stati arrestati lo scorso 19 gennaio dai carabinieri, dopo un'indagine con appostamenti. I militari avevano trovato la loro abitazione di Francavilla al Mare trasformata in un vero e proprio negozio della droga. La cocaina era già suddivisa in dosi pronte per la vendita, nascoste all'interno di un calzino, a sua volta celato in un piccolo asciugamano infilato in una grondaia. 

In totale, i carabinieri trovarono 26 grammi di cocaina, utile al confezionamento di 61 dosi, materiale per il taglio e il confezionamento. 

Attualmente, Danilo Di Nardo si trova agli arresti domiciliari, mentre il padre è recluso nel carcere di Chieti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento