menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Stress e depressione, al policlinico di Chieti uno sportello per ascoltare le donne

Martedì 11 e mercoledì 12 ottobre incontri aperti e colloqui riservati con psichiatri e psicologi per la Giornata mondiale sulla salute mentale

Open day su salute mentale al femminile all'ospedale “SS. Annunziata” di Chieti dove martedì 11 e di mercoledì 12 ottobre prossimi sarà possibile confrontarsi con psichiatri e psicologi. L’evento è promosso dall’Osservatorio nazionale sulla salute della donna (Onda) in occasione della Giornata mondiale sulla salute mentale.

IL PROGRAMMA  - La Asl Lanciano Vasto Chieti ha aderito all’iniziativa e, martedì 11, aprirà le porte della sala conferenze al V livello del “SS. Annunziata” per un incontro aperto a tutte le persone interessate sul tema “Dal disagio alla psicopatologia nell'universo femminile: il coraggio di essere donne” con Massimo di Giannantonio, ordinario di Psichiatria all'Università di Chieti e direttore del Dipartimento salute mentale della Asl, e Luana Giampietro e Silvana Peca, medici specialisti in Psichiatria della Asl. Si parlerà dei principali disturbi e disagi psichici al femminile: disturbi d'ansia, disturbo da attacchi di panico, disturbi dell'umore nei cicli vitali della donna (come la depressione peripartum, la depressione perimenopausale e la depressione involutiva), disturbo disforico premestruale, dipendenze comportamentali (gioco d’azzardo patologico, Internet addiction), dipendenza da alcool, disturbi del comportamento alimentare.

Mercoledì 12, sempre dalle ore 9.30 alle 13.30, negli ambulatori di Psichiatria al settimo livello corpo A dell’Ospedale teatino, sarà attivo uno sportello di ascolto e orientamento per colloqui riservati con specialisti psichiatri e psicologi. E' consigliata la prenotazione nei giorni precedenti telefonando dalle ore 15 alle 19 al numero 0871.357631 (non è necessario munirsi di impegnativa). Saranno proposti test di screening per la valutazione delle principali aree di disagio psichico al femminile.

DISAGIO SILENZIOSO - Uno dei problemi di salute mentale più diffusi è la depressione che, secondo dati Istat riferiti al 2015, interessa il 4,4 per cento della popolazione e, nelle donne, ha un’incidenza doppia rispetto agli uomini. Tra gli anziani ne soffre almeno una persona su dieci e, tra le donne ultraottantenni, la quota supera il 16 per cento.

Tra i principali fattori di rischio figurano stress e sovraccarico di responsabilità familiari, soprattutto tra le donne con figli piccoli sotto i 14 anni; l’isolamento sociale e la bassa autostima; la tendenza alla dipendenza e alla passività, nel farsi carico dei bisogni altrui e silenziando i propri; gli eventi di vita stressanti e di perdita degli affetti, delle figure di riferimento per lutti ed abbandoni. E’ un disagio silenzioso, che spesso fatica a emergere a causa dei pregiudizi e delle fragilità, e a trovare un sostegno medico adeguato, una prevenzione e una cura a misura di donna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento