menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lanciano dice addio a Oscar D'Intino: il dolore del sindaco Pupillo

Oggi l'ultimo saluto nella sua città natale. "Un'angoscia che non trova via di fuga e che bisogna solo allontanare con il tempo e con la certezza che nella sua vita Oscar ha vissuto molto di più della sua età biologica" le parole del sindaco

Non è solo il mondo dell'alta finanza a piangere la scomparsa improvvisa di Oscar D'Intino, tra i più noti manager d'Italia, trovato senza vita tre giorni fa nella sua seconda abitazione di Sankt Moritz in Svizzera: anche a Lanciano, la sua città d'origine dove vivono i suoi cari e tante persone che lo hanno conosciuto e stimato, un grande dolore pervade la comunità da quando si è appresa la notizia.

Nel giorno in cui la città dà il suo ultimo saluto a D'Intino, è il sindaco Mario Pupillo a dare voce allo sgomento e a ricordare il banchiere 52enne, che da tempo viveva a Milano.

"Oscar D’Intino è stato un giovane lancianese capace di conquistare un posto di rilievo nel campo della finanza nazionale ed internazionale grazie alla sua passione e alla sua competenza riconosciuta, un professionista stimato e apprezzato non solo in Italia. 

Oscar è un figlio di Lanciano e di una famiglia a me cara e stimata. Ho atteso alcuni giorni prima di scrivere queste parole, perché la notizia della sua morte mi ha disorientato, frastornato, sconvolto. Sentimenti che condivido con la città, che lo ha visto nascere, crescere per poi partire alla conquista di Milano, tra lauree e successi, riconoscimenti professionali e non ultimo la costruzione di una bella famiglia cui va il mio abbraccio commosso.

È un'angoscia che non trova via di fuga - scrive ancora Pupillo - e che bisogna solo allontanare con il tempo e con la certezza che nella sua vita Oscar ha vissuto molto di più della sua età biologica, per il suo impegno, per il suo agire instancabile e generoso, donando a coloro che lo hanno incontrato e amato, momenti e ricordi così intensi che con il tempo mitigheranno gli anni sottratti da un distacco imprevisto e imprevedibile.

Oscar rappresenta quell’esempio di gente frentana intelligente, creativa, lavoratrice, geniale che questa città ha sempre espresso nella sua storia e che ha trovato in lui uno degli interpreti migliori.

Addio Oscar, che la terra ti sia lieve".

Le esequie di Oscar D'Intino si sono svolte questa mattina nella chiesa di Sant'Antonio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento