Cronaca

Parte a Ortona il progetto per l’inserimento lavorativo di ex detenuti e giovani in comunità

Il progetto finanziato con 40 mila euro è stato promosso dall’associazione onlus “Soggiorno Proposta”. I fondi serviranno alla formazione di professionalità legate alla coltivazione di ortaggi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Prosegue l'impegno per il sociale di UniCredit. Grazie ai contributi raccolti con Carta E - la carta del Gruppo che, senza alcun costo aggiuntivo per il titolare, destina il 2 per mille di ogni spesa effettuata a un fondo per iniziative e progetti di solidarietà - sarà finanziato un progetto dedicato all'inserimento lavorativo di ex detenuti e giovani in comunità

Il programma, promosso dall'associazione onlus "Soggiorno Proposta" favorirà l'inclusione lavorativa di giovani provenienti da contesti di disagio sociale ed esperienze di vita difficili. I fondi destinati al programma sono pari a 40 mila euro e serviranno alla formazione di professionalità legate alla coltivazione di ortaggi. I ragazzi lavoreranno per aziende precedentemente individuate dall'associazione. Un aiuto concreto che consentirà loro di porre le basi per il loro futuro e impostare un nuovo progetto di vita. Una nuova possibilità per la riabilitazione e il reinserimento di giovani che hanno vissuto l'esperienza dell'emarginazione fisica, psichica, sociale, della tossicodipendenza e dell'alcolismo.

"Questo progetto - ha dichiarato Frederik Geertman, Regional Manager del Centro Italia di UniCredit - mira ad offrire una seconda occasione a giovani che hanno vissuto esperienze particolarmente difficili. Il contributo che oggi riusciamo ad offrire grazie ai titolari di Carta E e alla passione dei nostri colleghi rappresenta un ulteriore segno tangibile della volontà del nostro Gruppo di svolgere un ruolo sociale nei territori in cui opera".

Soggiorno Proposta è un'associazione onlus, fondata e presieduta dal Salesiano Don Luigi Giovannoni, che si rivolge ai giovani tossicodipendenti, alcolisti, con difficoltà psicologiche e relazionali e con problemi giudiziari. Opera nei settori della prevenzione, cura, riabilitazione e reinserimento sociale dei giovani, perseguendo finalità istituzionali negli ambiti psicosociali, assistenziali, umanitari, culturali e scolastico-professionali. Si impegna per una nuova qualità della vita nel rispetto dei diritti delle persone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte a Ortona il progetto per l’inserimento lavorativo di ex detenuti e giovani in comunità

ChietiToday è in caricamento