Cronaca Centro / Via Gennaro Ravizza

Orsoline a rischio chiusura, il timore degli studenti del liceo

Agli allievi di seconda e terza liceo sarebbe stato consigliato di iscriversi in altri istituti il prossimo anno, ma per le suore ci sarebbero solo difficoltà di risorse umane. Garantita la sopravvivenza della scuola dell'obbligo

Allarme fra studenti e genitori dell’istituto Beata Vergine del Carmine, gestito dalle suore Orsoline, per la paventata chiusura del liceo. In quest’anno scolastico non è stata formata la prima classe liceale e dopo una riunione di qualche giorno fa c’è timore che la scuola superiore possa chiudere completamente. 

In realtà le suore non avrebbero intenzione di sopprimere la scuola superiore, ma sarebbero solo in difficoltà di risorse umane. Pare però che agli studenti di seconda e terza liceo sia stato consigliato di scegliere un altro istituto in cui frequentare il prossimo anno scolastico, perché alle Orsoline non saranno garantiti i corsi. 

Sulla vicenda regna la confusione. Di fronte alle rassicurazioni scarne della scuola c’è il timore per decine di ragazzi di non potersi diplomare nel posto scelto per la propria formazione. 

Sembrerebbe che Comunione e liberazione sia interessata a rilevare l’istituto, ma questa soluzione garantirebbe soltanto la sopravvivenza di asilo, elementari e medie. Per i ragazzi più grandi non ci sarebbe altra scelta che cambiare scuola. 

Al momento non c’è nulla di certo sul futuro gestito dall’ordine religioso veneto. Ma c’è da riflettere sul fatto che le Orsoline, presenti in città dagli anni Trenta, hanno formato generazioni di teatini e fanno parte della storia della città. Nell’eventualità in cui dovessero lasciare la sede della Civitella, nel cuore del colle, il centro storico sarebbe privato dell’ennesimo pilastro che ha contribuito a formare la sua identità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orsoline a rischio chiusura, il timore degli studenti del liceo

ChietiToday è in caricamento