menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Orsogna due centenarie festeggiate in pochi giorni e il sindaco invita tutti a trasferirsi: "Qui si campa 100 anni"

Si tratta delle signore Ersilia Di Salvatore e Carmina Marcello, entrambe classe 1917, la prima nata il 16 febbraio, l'altra il 22

Due centenarie festeggiate nel giro di pochi giorni, a Orsogna. Si tratta delle signore Ersilia Di Salvatore e Carmina Marcello, entrambe classe 1917, la prima nata il 16 febbraio, l'altra il 22. "A Orsogna si vive bene, si campa cent'anni e tutti dovrebbero venire ad abitarci", commenta il sindaco Fabrizio Montepara.

Le due nonnine, vispe, lucide e felici nel ricevere a casa la visita del sindaco, hanno ricevuto in dono un omaggio floreale e una targa celebrativa, durante i festeggiamenti con figli, nipoti, parenti e vicini di casa. 

A Orsogna, 4.100 abitanti a 432 metri sul livello del mare, "città del vino" a metà strada tra l'Adriatico e la Majella, raggiungere il secolo di vita non è difficile, anzi è cosa frequente: già un anno fa i rappresentanti del Comune fecero visita e festeggiarono tre centenari nel giro di tre mesi.

"Abbiamo una qualità della vita a dimensione umana che solo i piccoli Comuni possono garantire, grazie ad abitudini sane, a una rete sociale e familiare solida, a un ambiente non contaminato, a un contesto meno stressante sotto tutti i punti di vista - afferma Montepara, che è anche presidente nazionale dell'associazione Res Tipica dell'Anci. "Comuni e comunità che resistono - prosegue - nonostante tante difficoltà, nonostante a tutti i livelli si continui a sottovalutarne il ruolo. L'appello a tutti è di scegliere i piccoli Comuni come Orsogna: l'unico vero "rischio" è di... vivere cent'anni!", scherza il sindaco Montepara.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento