menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
la zona dell'esplosione foto nasa

la zona dell'esplosione foto nasa

Ordigno esploso a Fossacesia, il Coisp: "Episodio preoccupante, ma la polizia è sempre più in affanno"

"Le ultime assegnazioni di personale - evidenzia il sindacato autonomo di polizia commentando l'esplosione della scorsa notte - hanno visto la Questura di Chieti estromessa dall’arrivo di nuove leve, ma la sicurezza richiede uno sforzo collettivo"

La notizia è di quelle che fanno scalpore per una località 'apparentemente' tranquilla e allo stesso tempo desta preoccupazione. A commentare l'esplosione dell'ordigno piazzato da ignoti all'ingresso del bar tabacchi 'Amaranto' ieri sera nella frazione Villa Scorciosa a Fossacesia oggi è il sindacato Coisp, che mette l'accento sull'efficienza della polizia ricordando, allo stesso tempo, le difficoltà quotidiane legate all'insufficienza di risorse sul territorio.

"In tempi non sospetti avevamo già lanciato un grido di allarme sulla in-sicurezza del territorio - commentano dalla segreteria provinciale Coisp - grido rimasto inascoltato. Le ultime assegnazioni di personale hanno visto la Questura di Chieti estromessa dall’arrivo di nuove leve, ma la sicurezza richiede uno sforzo collettivo, dove la politica deve fare la sua parte con investimenti sul territorio. Non si può più rimanere alla finestra ma c’è bisogno di azione".

E sull'esplosione aggiungono: "Si tratta di segnali della permeabilità in questo territorio di una certa delinquenza, presumibilmente importata da regioni confinanti, che sta cercando di affermarsi utilizzando atti di intimidazione che sembrano avere tutte le caratteristiche dei metodi mafiosi. La polizia, di cui il questore Borzacchiello in ambito teatino è la massima espressione, ha dato subito risposte di efficienza sul territorio, nonostante le deficienze in termine numerico di uomini e mezzi, uomini e donne delle forze dell’ordine a cui va il nostro plauso per l’impegno profuso".

Le indagini sulla vicenda di Villa Scorciosa sono coordinate dalla procura di Lanciano. Non si esclude alcuna ipotesi, neppure un tentativo di furto di sigarette e gratta e vinci. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento