Smantellata un'organizzazione mafiosa: 48 indagati in tutta Italia

Riguarda anche la provincia di Chieti e diverse altre città italiane l'operazione "Grande carro", dei carabinieri del Ros e del comando per la tutela agroalimentare di Bari

Riguarda anche la provincia di Chieti e diverse altre città italiane l'operazione "Grande carro", dei carabinieri del Ros e del comando per la tutela agroalimentare di Bari. 

I militari, con il supporto dei comandi provinciali dei carabinieri territorialmente competenti, hanno dato esecuzione a un'ordinanza applicativa di misure cautelari emessa dal tribunale del capoluogo pugliese, su richiesta della locale procura distrettuale, a carico di 48 persone, indagate a vario titolo per associazione di tipo mafioso, riciclaggio, estorsione, illecita concorrenza con minaccia o violenza, sequestro di persona a scopo di estorsione, detenzione illegale di armi o esplosivi, truffe per il conseguimento di erogazioni pubbliche (anche con riferimento a quelle dell'Unione Europea) e altri delitti, aggravati dall'ipotesi di aver costituito associazione mafiosa. 

I dettagli dell'operazione saranno illustrati nella tarda mattinata di oggi, in una conferenza stampa online, a cui parteciperanno il procuratore nazionale antimafia Cafiero De Raho, il procuratore della Repubblica di Bari Roberto Rossi, il comandante del Ros generale Pasquale Angelosanto, il comandante del reparto tutela agroalimentare di Salerno, Giorgio Borrelli, il vice presidente di Eurojust Filippo Spiezia e il vice direttore generale di Olaf (Ufficio europeo per la lotta antifrode) Ernesto Bianchi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Esercenti disperati per la perdita del ponte dell’Immacolata: "Abruzzo unica regione rossa: ristori subito"

Torna su
ChietiToday è in caricamento