Operazione antimafia, sequestrati beni per 1 milione di euro a uomo della ‘ndrangheta

La guardia di finanza e la polizia di Chieti hanno sequestrato immobili, società commerciali e una ditta individuale a un 39enne calabrese

Operazione antimafia a Chieti. La guardia di finanza e la polizia teatina  hanno sequestrato immobili, società commerciali e una ditta individuale per un valore complessivo di circa un milione a un noto pregiudicato calabrese di 39 anni. L'uomo, già arrestato e condannato a 28 anni di reclusione è attualmente sottoposto all’obbligo di dimora provincia di Chieti. 

Il provvedimento, notificato oggi 14 gennaio, è stato disposto dal Tribunale de L’Aquila.

Le complesse indagini svolte dalle due forze di polizia, attraverso la certosina disamina dei flussi finanziari e degli investimenti operati, hanno consentito di ricostruire in capo al pregiudicato disponibilità di beni immobili e di società intestate fittiziamente a familiari e/o terze persone, ma anche di qualificarne l’elevato spessore del profilo criminale caratterizzato da diverse condanne, alcune anche in via definitiva, e da numerosissimi procedimenti penali ancora pendenti, per reati di notevole allarme sociale tra i quali l’associazione per delinquere finalizzata allo spaccio di sostanze stupefacenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fondamentale per il buon esito della applicazione della misura di prevenzione patrimoniale è stata l’analisi da parte degli investigatori dei redditi dichiarati dal 2000 al 2020 dal preposto e dai suoi familiari, i quali hanno percepito e dichiarato importi esigui rispetto al valore dei beni acquistati dimostrando un tenore di vita ben al di là degli irrisori redditi apparenti.

L’attività odierna si è conclusa con il sequestro finalizzato alla confisca di 3 immobili adibiti ad abitazione del proposto con la compagna e i propri figli; 2 società con sede anche in un'altra provincia e una ditta individuale con sede in provincia di Chieti. I beni sequestrati sono stati affidati ad un amministratore giudiziario nominato dal tribunale de L’Aquila.

La misura di prevenzione patrimoniale odierna è l’ultimo tassello, prima dell’eventuale confisca definitiva, di una serie di sequestri operati negli anni precedenti anche dall’arma dei Carabinieri che, nel 2010, lo arrestarono a conclusione di una vasta indagine sulle infiltrazioni della criminalità organizzata in Abruzzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A Megalò arriva il colosso irlandese Primark

  • L'Abruzzo torna in zona arancione da domenica

  • Esce dal negozio con le scarpe nuove ai piedi, dopo aver messo le vecchie nella scatola: denunciato

  • Focolaio dopo l'uccisione del maiale: a Pizzoferrato salgono a 71 i positivi

  • Allerta meteo della Protezione civile: nevicate fino a quote collinari

  • "Ti pago 100 euro al mese se mi racconti tutto quello che fa il mio ex”: denunciata

Torna su
ChietiToday è in caricamento