rotate-mobile
Cronaca Francavilla al Mare

Eroina e cocaina viaggiavano dall'Alento verso nord: maxi operazione con 12 arresti

Arresti e sequestri nell'ambito dell'operazione antidroga dei carabinieri del comando provinciale di Chieti. Le sostanze nascoste nei pressi del fiume arrivavano dall'estero, la struttura organizzata aveva sede nel territorio di Francavilla al Mare 

Dodici persone in carcere e 32 indagate a piede libero, due delle quali sottoposte a obbligo di dimora: è il bilancio dell’operazione antidroga denominata “Alento”, condotta dai carabinieri del comando provinciale di Chieti.

Le ordinanze di custodia cautelare sono state emesse dal gip del tribunale dell'Aquila, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia (Dda) nei confronti di cittadini italiani e albanesi.

Due anni di indagini hanno consentito di smantellare un’associazione a delinquere che acquistava in Belgio e in Olanda grossi quantitativi di cocaina, eroina e marijuana. La droga arrivava in Italia nascosta a bordo di auto o di tir nel cui serbatoio era stato ricavato un doppio fondo. 

L’operazione “Alento” prende il nome dal rinvenimento di un chilo e mezzo si eroina occultato sulle sponde del fiume omonimo, a Francavilla, che ha portato all’arresto in flagranza di 19 persone per spaccio di stupefacenti e al sequestro di circa 60 chilogrammi di stupefacente fra cocaina ed eroina.


Gli arrestati sono residenti a Chieti, Pescara, Milano, Montesilvano, Città S. Angelo, San Benedetto del Tronto, Gabicce e Rimini e hanno tra i 49 e i 25 anni.

A illustrare l’indagine questa mattina a Chieti sono stati il comandante provinciale dei carabinieri colonnello Alceo Greco, il comandante del reparto operativo colonnello Pietro D’Imperio e il comandante del nucleo investigativo capitano Placido Abbatantuoni. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eroina e cocaina viaggiavano dall'Alento verso nord: maxi operazione con 12 arresti

ChietiToday è in caricamento