Cronaca Lanciano

Botte e minacce a moglie e figli dopo aver perso il lavoro

Un operaio 61enne di Lanciano è stato arrestato. I maltrattamenti in famiglia andavano avanti da tempo e nell'ultimo periodo si erano intensificati dopo che l'uomo era stato licenziato

Maltrattamenti in famiglia e lesioni sono i reati per i quali il gip Massimo Canosa ha disposto l'arresto di un 61enne di Lanciano.

Il provvedimento è stato eseguito dalla polizia. Per anni l'uomo avrebbe vessato la moglie con minacce e percosse. Secondo l'accusa lo stesso trattamento sarebbe stato riservato in alcune occasioni anche i figli.

I maltrattamenti si erano intensificati negli ultimi tempi, dopo che il 61enne, operaio, aveva perso il lavoro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte e minacce a moglie e figli dopo aver perso il lavoro

ChietiToday è in caricamento