Cronaca

San Salvo, operaio licenziato: sciopero alla Denso venerdì

L'iniziativa fa seguito al licenziamento improvviso di un rappresentante sindacale Cobas, Mario Menna, per motivi, a detta del sindacato, "del tutto pretestuosi". La Confederazione organizza uno sciopero di 8 ore per ogni turno

La Confederazione Cobas ha indetto uno sciopero di 8 ore per turno alla Denso di San Salvo venerdì 20 febbraio. L’iniziativa fa seguito all'improvviso  licenziamento di un rappresentante sindacale Cobas, Mario Menna, per motivi che, a detta del sindacato, sarebbero del tutto pretestuosi. Secondo la Confederazione Cobas, il licenziamento sarebbe avvenuto per non avere risposto ad una contestazione di addebito anche se, come spiegano i Cobas, "l’operaio non avrebbe mai ricevuto la relativa raccomandata per disservizi delle Poste", e per essersi messo in infortunio senza averlo denunciato.

”Si tratta di un sopruso nei confronti di Mario – si legge in una nota della Confederazione Cobas Chieti-  che purtroppo alla Denso non è il primo e molto probabilmente non sarà l'ultimo, se i lavoratori non si mobilitano in difesa del loro compagno di lavoro e non rivendicano il suo immediato rientro in fabbrica”.

La Confederazione fa sapere che “metterà in campo tutta una serie di iniziative atte a fermare il progetto Denso che approfittando della crisi,  ha reso i lavoratori sempre più asserviti a turni, ritmi e carichi di lavoro assurdi.
Non può passare il concetto che un lavoratore Cobas che denuncia tutto ciò viene colpito e licenziato con motivazioni pretestuose”.

Domani davanti ai cancelli della Denso ci sarà un'azione di volantinaggio per invitare i dipendenti ad aderire allo sciopero e chiedere che il collega sia reintegrato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Salvo, operaio licenziato: sciopero alla Denso venerdì

ChietiToday è in caricamento