Cronaca Vasto / Viale Sandro Pertini

Omicidio a Vasto: potrebbe essere stato il convivente a uccidere Neila

Neila Bureikaite è stata trafitta da 3 coltellate alla schiena. "Ho fatto una stronzata" ha detto il convivente aprendo la porta di casa alla Polizia, ora è in Commissariato

Neila Burekaite, la ventiquattrenne di origini lituane uccisa questa mattina a Vasto “è stata raggiunta da tre coltellate sulla regione dorsale con un coltello da cucina, con lama a punta e affilata". Lo ha riferito il medico legale, dottor Pietro Falco, dopo una prima ricognizione cadaverica.

Coltellate che probabilmente sarebbero state inferte alla donna durante una violenta lite per gelosia dal convivente, M.P., costruttore edile di origini foggiane, ora interrogato presso il Commissariato di Vasto. E’ stato lui ha chiamare il 118 stamattina, poco dopo le 8, dicendo di essersi fatto male con un coltello.

La ragazza è stata trovata in camera da letto in un lago di sangue, addosso aveva solo slip e maglietta. Non è sopravvissuta alle ferite riportate.  "Ho fatto una stronzata” ha detto l’uomo aprendo la porta di casa alla Polizia, avvertita dal 118.

Nell’appartamento, che la coppia divideva in Viale Pertini a Vasto, gli inquirenti hanno trovato e sequestrato un pc portatile spaccato a terra, un cellulare, una macchina fotografica e delle scatole contenti gioielli.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio a Vasto: potrebbe essere stato il convivente a uccidere Neila

ChietiToday è in caricamento