menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio di Vasto: in giornata è attesa la sentenza per Fabio Di Lello

In Corte d'Assise a Lanciano la fase finale dibattimentale del processo con rito abbreviato nei confronti del 34enne di Vasto, accusato dell'omicidio volontario premeditato di Italo D'Elisa

In Corte d'Assise a Lanciano è cominciata l’udienza a porte chiuse per Fabio Di Lello, il 34enne di Vasto che lo scorso primo febbraio sparò e uccise Italo D’Elisa davanti a un bar in viale Perth.

La sentenza è prevista per oggi, venerdì 24 marzo. Secondo l’accusa l'imputato esplose contro il giovane tre colpi di pistola calibro 9 per vendicare la morte di sua moglie, Roberta Smargiassi, investita sette mesi prima da d’Elisa. Di Lello è accusato di omicidio volontario premeditato. Durante l'ultima udienza, lunedì scorso, la pubblica accusa aveva chiesto l'ergastolo nei suoi confronti.

Dopo pochi minuti dall’inizio dell’udienza, la corte d'Assise si è ritirata per valutare le ultime memorie depositate dalle parti, in particolare la richiesta di perizia psichiatrica sull'imputato avanzata dalla difesa che ha presentato anche ulteriori documenti sanitari attestanti la sua instabilità psichica. Solo dopo questi adempimenti verrà stabilita la possibilità o meno di repliche delle parti. La sentenza potrebbe essere emessa già nel pomeriggio di oggi.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento