Cronaca San Vito Chietino

Omicidio Presenza: in carcere l'assassino, pena residua di 8 anni

Dovrà scontare una pena residua di 8 anni di reclusione il 30 enne responsabile dell'omicidio di Nicolino Presenza, 7 anni fa. Nell'operazione condotta la scorsa notte dai Carabinieri di Ortona, anche altri due arresti nel chietino

Nicolino Presenza fu ucciso il 14 novembre 2004 durante una lite notturna davanti alla discoteca “3101" di Torino di Sangro.

Uno degli imputati era D.P., un uomo di Treglio che oggi ha 30 anni, fu accusato assieme ad altri due ragazzi all’epoca minorenni. L'uomo è stato fermato ieri (11 novembre) dai carabinieri della Compagnia di Ortona a San Vito Chietino, ora è rinchiuso nel carcere di Lanciano. Dovrà scontare una pena residua di otto anni di reclusione.

L'ordine di carcerazione è stato emesso dalla Procura generale della Corte d'Appello dell'Aquila per l'omicidio del 37enne di Torino di Sangro Nicolino Presenza. La condanna originaria nei confronti di D.P. era di 12 anni di reclusione.

Sempre all'interno dello stesso servizio di controllo e prevenzione, portato a termine la scorsa notte dai carabinieri di Ortona, coordinati dal capitano Manconi, sono stati tratti in arresto un 33 enne di Orsogna, E.B., per detenzione ai fini di spaccio e un 57 enne di Casalbordino, SDR, condannato a due anni e sei mesi per una rapina commessa ai danni di un anziano il 2 dicembre del 2006 a Castel Frentano.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Presenza: in carcere l'assassino, pena residua di 8 anni

ChietiToday è in caricamento