menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio a Montesilvano, pestata in carcere a Chieti la sorella del presunto killer

L'episodio nella sezione femminile della casa circondariale di Madonna del Freddo dove Sabrina Fantauzzi è stata presa a pugni da tre rom

E' stata pestata a sangue in carcere a Chieti, dove è rinchiusa per una condanna definitiva per furto, rapina e porto d'armi, Sabrina Fantauzzi, sorella di Massimo, l'uomo ritenuto l'autore dell'omicidio di Antonio Bevilacqua, il 21enne rom ucciso con un colpo di fucile nella notte tra venerdì e sabato all'interno di un ristopub a Montesilvano. Quarantasei anni, pizzaiolo, Massimo Fantauzzi è al momento ricercato per omicidio.

La vendetta trasversale si è consumata in carcere due giorni fa, quando la sorella Sabrina Fantauzzi è stata accerchiata e colpita con calci e pugni da tre donne. E' dovuta intervenire un'agente di polizia penitenziaria a sedare la lite.

La detenuta è finita al pronto soccorso con una frattura del naso, un trauma cranico e varie contusioni. Una volta rientrata in carcere, è stato disposto l'isolamento per evitare altri episodi simili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Amaretti abruzzesi: cosa sono e la ricetta per prepararli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento