Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Vasto / via Villa De Nardis

Vasto: Michela Strever uccisa per pochi euro, oggi l'autopsia

Lunga perizia dei Ris nelle stanze della tragedia. I malviventi avrebbero portato via solo 60 euro, tanto la donna possedeva

E' morta per 60 euro, tanto aveva in casa Michela Strever, la 73enne trovata senza vita ieri mattina nella sua abitazione in campagna, a Vasto. Per gli investigatori, che ora indagano sul caso, la rapina è la pista più plausibile. 

Michela è stata trovata ieri mattina alle 8,30 dal fratello, entrato nell'abitazione da una scala esterna: aveva le mani legate, un fazzoletto in bocca e il volto pieno di ecchimosi. Non c'erano segni di forzatura in casa: è probabile che i malviventi siano entrati col consenso della vittima.

Nubile, la donna viveva sola in un monolocale in via Villa De Nardis con una modesta pensione. Più volte aveva confessato al parroco di San Lorenzo, don Antonio, di avere paura. Il vicinato è sotto shock. "Chi l'ha uccisa è stato una belva perché non faceva male a nessuno" tra i commenti più diffusi.

Le indagini proseguono. Ieri c'è stata una lunga perizia dei Ris nelle stanze dove è avvenuta la tragedia: la casa era stata messa a soqquadro da chi ha agito, i cassetti erano tutti aperti.  E' stato interrogato a lungo il fratello della vittima, unica persona informata dei fatti. La famiglia intende costituirsi parte civile.

Oggi alle 15 nell'ospedale 'San Pio' è previsto l'esame autoptico per fare luce sulle cause del decesso di Michela Strever.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vasto: Michela Strever uccisa per pochi euro, oggi l'autopsia

ChietiToday è in caricamento