Cronaca Vasto

Omicidio Michela Strever: arrestato il presunto assassino

I carabinieri arrestano un marocchino di 36 anni a Barletta. Suo il dna trovato nei fazzoletti con i quali la donna è morta soffocata a dicembre. Ancora da chiarire la posizione del fratello della vittima

Nuovi sviluppi sulle indagini relative all'omicidio di Michela Strever, la 73enne trovata morta lo scorso dicembre nel suo appartamento in via Villa De Nardis a Vasto.

I carabinieri di Vasto hanno arrestato Hamid Maathaoui, 36 anni, marocchino. Lo ha annunciato il procuratore Francesco Prete nella conferenza stampa convocata d'urgenza stamane in Procura a Vasto.  Maathaoui è accusato di omicidio aggravato e rapina aggravata nei confronti della donna, che viveva da sola alla periferia di Vasto.

L’uomo sarebbe stato incastrato dall'esame del dna effettuato sui fazzoletti trovati in bocca alla vittima, con i quali la stessa è stata soffocata.

Le forze dell'ordine lo hanno rintracciato e arrestato a Barletta. Il procuratore Prete ha confermato che i due si conoscevano: l'uomo in passato aveva infatti svolto alcuni lavori in casa per conto della Strever. Sull'agenda della donna c'era il suo numero di teleofono

Il fermo è stato sottoposto da parte del pubblico ministero di Vasto Giancarlo Ciani. Resta ancora da chiarire la posizione del fratello della vittima, indagato.

L'OMICIDIO - Michela Strever è stata trovata senza vita la mattina del 19 dicembre. Era legata e imbavagliata e col volto pieno di ecchimosi. Vasto, donna trovata morta in casa: Michela è morta per soffocamento
L'autopsia ha confermato la morte per soffocamento.


 

Potrebbe interessarti: http://www.chietitoday.it/cronaca/vasto-michela-strever-autospia.html
Leggi le altre notizie su: http://www.chietitoday.it/ o seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/ChietiToday/252983314738998

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Michela Strever: arrestato il presunto assassino

ChietiToday è in caricamento