rotate-mobile
Cronaca Vasto

Uccise la compagna l'8 marzo, condannato a 18 anni

Daniela Marchi era stata strangolata con un cavo elettrico la sera dell'8 marzo a Vasto Marina, al culmine di una lite. Oggi il compagno è stato condannato a 18 anni di reclusione per omicidio volontario

E' stato condannato a 18 anni di reclusione e interdizione di 5 anni dai pubblici uffici per omicidio volontario Joseph Martella, l'uomo ritenuto colpevole della morte della compagna Daniela Marchi, uccisa a 53 anni la sera dell'8 marzo 2015 in un appartamento in via De Filippo a Vasto Marina. La sentenza è arrivata oggi in tribunale a Vasto dove si è svolto il processo con rito abbreviato e a porte chiuse.

A rappresentare la pubblica accusa in aula c'era il procuratore capo Giampiero Di Florio. Gli avvocati di Martella, Massimiliano Baccalà e Alessandro Orlando, hanno annunciato ricorso in appello dopo che saranno rese note le motivazioni della sentenza.



 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise la compagna l'8 marzo, condannato a 18 anni

ChietiToday è in caricamento