rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca Mozzagrogna

Ex carabiniere ucciso, il racconto dei testimoni: "L'assassino aveva i capelli lunghi"

Continuano serrate le indagini per ricostruire cosa è accaduto mercoledì mattina, quando Antonio Cianfrone, di Mozzagrogna, è stato ammazzato con tre colpi di pistola

Continuano serrate le indagini sulla morte di Antonio Cianfrone, l'ex carabiniere originario di Mozzagrogna, ucciso mercoledì mattina nelle Marche, mentre faceva jogging sulla pista ciclopedonale di Spinetoli. Se ne occupano i carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Ascoli Piceno

Al momento, nessuno ha risposto all'invito del procuratore Umberto Monti, che si è rivolto ai cittadini presenti quella mattina, chiedendo loro di raccontare qualunque cosa abbiano visto. 

Alcune delle persone che si trovavano sulla ciclopedonale sono state ascoltate. Qualcuno ha raccontato di aver notato una persona di corporatura robusta alla guida della moto, con un abbigliamento scuro. Dietro, c'era una persona più esile, verosimilmente l'assassino, con il casco integrale, da cui spuntavano i capelli raccolti in un codino. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ex carabiniere ucciso, il racconto dei testimoni: "L'assassino aveva i capelli lunghi"

ChietiToday è in caricamento