menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
manifestazione contro Ombrina a Lanciano

manifestazione contro Ombrina a Lanciano

No Ombrina, pullman dall'Abruzzo al sit-in del 14 ottobre a Roma

Mercoledì 14 ottobre manifestazione davanti al Ministero dello Sviluppo Economico in concomitanza con la Conferenza dei Servizi decisoria sul progetto petrolifero. Se il progetto dovesse essere approvato in quella sede, i lavori potrebbero partire immediatamente

Pullman dall’Abruzzo a Roma mercoledì 14 ottobre per manifestare la contrarietà dei cittadini al progetto Ombrina. L’iniziativa, promossa dal Coordinamento No Ombrina, prevede un sit-in, già autorizzato dalla questura romana, dalle 10,30 davanti al Ministero dello Sviluppo Economico in concomitanza con la Conferenza dei Servizi decisoria sul progetto Ombrina mare. 

Il coordinamento fa sapere che se il progetto dovesse essere approvato  in quella sede, i lavori potrebbero partire immediatamente e ci sarebbe esclusivamente la possibilità di proporre ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale. "Appare incredibile - spiegano -  che un’intera regione non sia minimamente ascoltata da un potere centrale proteso a promuovere esclusivamente gli affari dei petrolieri. L’economia diffusa, quella che produce lavoro e distribuisce ricchezza, deve capitolare, secondo il Governo Renzi, davanti agli interessi delle lobby. Ricordiamo che, per stessa ammissione della Rockhopper, i posti di lavoro creati da Ombrina saranno una quindicina, meno di quelli assicurati da un ristorante, a fronte di un danno immenso al turismo".

Diversi pullman partiranno alla volta di Roma da Lanciano (informazioni: 3470543201), Pescara (3338391147) e dall’area vestina  ( 3452611300). Il costo è di 10 euro circa, in base alle proprie possibilità economiche, 5 euro per studenti e disoccupati.

CONSIGLIO REGIONALE - Intanto oggi, giovedì 8 ottobre, nel pomeriggio, è previsto il consiglio regionale straordinario dedicato a Ombrina, con l’esame dei progetti di legge riguardanti la reintroduzione del divieto delle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi esteso alle 12 miglia dalle coste e l’istituzione del Parco marino dei trabocchi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È scomparso a 30 anni l'imprenditore della movida Ivan Vaccaro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento