Cronaca

Ombrina Mare, Medoilgas replica a Realacci: "Il progetto è sicuro"

L'amministratore delegato risponde al presidente della Commissione Ambiente della Camera Ermete Realacci, che ha parlato di nessuna chance per Ombrina

Il progetto Ombrina è attualmente sottoposto ad un iter autorizzativo complesso e coerente con le disposizioni di legge. Così replica Medoilgas Italia, dopo che il presidente della Commissione Ambiente della Camera Ermete Realacci ha parlato di nessuna chance per Ombrina"

"Medoilgas - afferma Sergio Morandi, amministratore delegato, - ha formalmente chiesto da tempo di  essere audita dalla Commissione Ambiente della Camera per fornire tutti i dati e le informazioni sul progetto, sugli standard di sicurezza, sulle tutele ambientali e sulle ricadute economiche ed occupazionali, al fine di contribuire al dibattito in corso nella modalità più aperta e serena possibile. Ciò anche per consentire ai membri della Commissione di formarsi -un’opinione basata sull’ascolto di tutte le parti in causa, operatori industriali compresi.

Ci saremmo aspettati - prosegue - che l'onorevole Realacci si fosse fatto garante delle norme e delle procedure che regolano un settore importante e strategico per il Paese quale quello dell’esplorazione e della produzione di idrocarburi, pretendendo il rispetto dei requisiti ambientali ma riconoscendo le esigenze e la piena legittimità dell’attività imprenditoriale.

Da parte nostra continueremo ad agire nel rispetto delle regole dello Stato Italiano e nella consapevolezza che il progetto Ombrina è sicuro e sostenibile".

Secondo Medoilgas Italiain Abruzzo Ombrina  consentirebbe di rilanciare l’economia del territorio "attraverso investimenti per oltre 300 milioni di euro, centinaia di nuovi posti di lavoro e nuovo gettito fiscale per circa un miliardo di euro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ombrina Mare, Medoilgas replica a Realacci: "Il progetto è sicuro"

ChietiToday è in caricamento