menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

'Olive verniciate', sequestrate 12 tonnellate in un'azienda lancianese

Rinvenute e sequestrate 23 tonnellate di olive scadute, non tracciabili e con etichette non conformi. Denunciato il responsabile dell'azienda

23 tonnellate di olive tra scadute, non tracciabili e con etichette non conformi sono state rinvenute e successivamente sequestrate in una industria di trasformazione situata nei pressi di Lanciano dal Corpo forestale dello Stato, Nucleo Agroalimentare e Forestale (Naf), coordinato dal Comando regionale di L’Aquila. L'operazione in occasione della campagna nazionale di controlli sulle olive da tavola, denominata “Olive verniciate” e che ha portato al sequerstro complessivo di oltre 85 tonnellate di olive colorate con solfato di rame, una sostanza che si accumula nell'organismo ed è dannosa per la salute.

Dalle prime analisi effettuate dal laboratorio dell’Arta sui campionamenti di olive sequestrati nella provincia di Chieti è risultata una concentrazione doppia di solfato di rame rispetto a quanto previsto dalla normativa in materia di fitofarmaci residui di cui è stata informata la Asl di Chieti.

Il responsabile dell’azienda è stato denunciato per impiego fraudolento di additivi non consentiti, vendita di alimenti non genuini come genuini, detenzione per il commercio, in modo doloso, di sostanze destinate all’alimentazione pericolose per la salute pubblica.Nei suoi confronti è stata elevata una sanzione amministrativa di 2.000 euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, uomo deceduto a Chieti: positivo alla variante brasiliana

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento