rotate-mobile
Cronaca

Gestione strisce blu, ennesimo salasso per il Comune?

I consiglieri M5S Argenio e D'Arcangelo chiedono una commissione urgente. Per il Tar spetta al Consiglio Comunale la decisione di affidare la gestione dei parcheggi a pagamento

Dopo che il Tar Abruzzo ha accolto la richiesta avanzata da Blu Parking nell’ambito del procedimento amministrativo contro il Comune di Chieti, i consiglieri comunali del M5S, Ottavio Argenio e Manuela D’Arcangelo, chiedono la convocazione urgente della Commissione di Controllo e Garanzia.

LA VICENDA - Lo scorso 22 aprile il tribunale amministrativo, pronunciandosi sul ricorso della società di gestione dei parcheggi a pagamento, ha stabilito che la decisione di affidare le strisce blu a un altro gestore, in questo caso la Teateservizi, spetta al Consiglio Comunale e non alla Giunta. Successivamente, dunque, il Comune ha formulato in autotela l'annullamento della delibera che affidava la gestione per due anni alla sua società partecipata. Intanto pare che la richiesta di risarcimento danni da parte della Blu parking sia di circa 10 milioni di euro nei confornti del Comune.

"Riesce davvero difficile credere che una Giunta, composta anche da affermati professionisti, molti dei quali con una discreta esperienza da amministratori della cosa pubblica, abbia commesso un così grave e grossolano errore - commentano i consiglieri comunali del Movimento 5 stelle - Una svista che espone il Comune di Chieti al rischio di subire un ennesimo salasso economico".

Da qui la richiesta di approfondire, in sede consiliare, la vicenda legata alla gestione dei parcheggi a pagamento da parte di Ecoesse prima e di Blu Parking poi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gestione strisce blu, ennesimo salasso per il Comune?

ChietiToday è in caricamento