Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca Vasto

Occupano abusivamente una casa popolare: madre e figlia arrestate a Vasto

Due donne di etnia rom, una 50enne e una 26 enne, sono state arrestate ieri dopo aver abbattuto un muro e occupato un alloggio di proprietà dell'ATER di Lanciano-Vasto

Due donne di etnia rom, S.M., 50enne, e B.R., 26enne, rispettivamente madre e figlia, residenti a Vasto, ma di fatto domiciliate a Pescara, sono state arrestate ieri mattina dai carabinieri della Stazione di Vasto coadiuvati dai militari dell’Aliquota Radiomobile.

Le due donne sono state sorprese in un appartamento di proprietà dell’ATER di Lanciano-Vasto, subito dopo aver abbattuto un muro di mattoni precedentemente realizzato per bloccare la porta d’ingresso e scongiurare l’occupazione abusiva.

Subito dopo l’arresto, madre e figlia sono state accompagnate davanti al Tribunale di Vasto per essere giudicate con il rito direttissimo. Il giudice, dopo aver convalidato l’arresto, su richiesta della difesa, ha fissato l’udienza per il prossimo luglio, rimettendo in libertà le indagate ed applicando nei loro confronti la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Vasto.

Il 9 luglio prossimo le due donne dovranno difendersi dall’accusa di invasione di edificio e danneggiamento aggravato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Occupano abusivamente una casa popolare: madre e figlia arrestate a Vasto

ChietiToday è in caricamento