menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un nuovo servizio al distretto sanitario di Francavilla: arriva la Tekar

Il nuovo dispositivo, disponibile dal 1° febbraio, potrà essere usato, dietro prescrizione medica, per la traumatologia ortopedica, le patologie infiammatorie a carico del sistema muscolo scheletrico, le patologie reumatiche

Nuovo servizio attivo al distretto sanitario di Francavilla al Mare. Nell'ambulatorio di Fisiokinesiterapia, infatti, dal 1° febbraio sarà possibile usufruire della Tekar, un apparato per diatermia che, grazie all'effetto Joule, produce un aumento di temperatura nei tessuti trattati, realizzando una termoterapia di tipo endogeno. I principali campi di applicazione terapeutica sono la traumatologia ortopedica, le patologie infiammatorie a carico del sistema muscolo scheletrico, le patologie reumatiche.

Lo strumento è destinato all’impiego ambulatoriale e deve essere eseguito, in seguito a prescrizione medica, esclusivamente da fisioterapisti qualificati ed opportunamente formati alla metodica specifica. 

"Il distretto - ricorda la direttrice Rosa Borgia - è dotato di professionisti specificamente qualificati: ortopedico, radiologo, fisiatra, reumatologa, geriatra e due fisioterapiste. Inoltre, usufruisce di una strumentazione diagnostica all'avanguardia (ecografo, elettromiografo, densitometro osseo)".

Nell'ambito dela riabilitazione motoria e della fisioterapia, la tecarterapia rappresenta una soluzione adottata da molti fisioterapisti, che si avvale di una differenza di potenziale energetico. Consiste sostanzialmente in un'attivazione energetica del corpo del soggetto. Ma, mentre in altre terapie l'energia viene trasferita al paziente dall'esterno, durante la tecarterapia viene stimolata energia direttamente dall'interno del tessuto muscolare. Di solito non si tratta mai di una sola seduta ma di un percorso da iniziare col terapeuta, spesso associato al suggerimento di esecuzione di alcuni esercizi di isometrica e di allungamento muscolare. Gli effetti principali del calore sono una azione analgesica e algosedativa, una azione decontratturante e vasomotoria.

Vengono interessate delle cariche elettriche che sono presenti sotto forma di ioni, all'interno dei tessuti. La stimolazione che se ne ricava lavora a livello cellulare, riattivando la circolazione sanguigna e innalzando considerevolmente il livello di temperatura corporeo. I meccanismi fisiologici di recupero vengono così immediatamente innescati. Il flusso positivo di energia originato aiuta a riparare le lesioni o pulisce dai problemi legati alle infiammazioni o ai versamenti che possono essere successivi a un trauma o a consuetudini posturali sbagliate. La tecar esiste in Spagna sin dal 1995 e in Italia nel 1998. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento