Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Lanciano

Lanciano: il nuovo ospedale può sorgere sul vecchio sito

Per il Ministero della salute nessuna norma impedisce al nuovo ospedale di Lanciano di sorgere nel sito dove c'è l'attuale "Renzetti". L'incontro a Roma con col Sindaco Pupillo e la rabbia dell'Idv

E' rientrato in Abruzzo soddisfatto il Sindaco di Lanciano Mario Pupillo, dopo l'incontro di ieri (21 ottobre) al Ministero della Salute finalizzato ad acquisire un parere tecnico

Leggi tutto: http://www.chietitoday.it/cronaca/asl-rinvia-riunione-sindaci-frentani
Diventa fan: http://www.facebook.com/pages/ChietiToday/252983314738998
sulla costruzione di un nuovo ospedale. Più volte la Asl aveva ribadito che i fondi per la struttura erano stati erogati esclusivamente per la costruzione di un presidio ex novo e non per la ristrutturazione del vecchio ospedale di Lanciano "Renzetti".

Ieri però a Roma è stato detto che nessuna norma impedisce la costruzione del nuovo ospedale di Lanciano sull'attuale sito del "Renzetti" con gli specifici fondi finanziati (ex articolo 20 legge 67/1988). "Alla luce di quanto ci è stato chiarito - spiega Pupillo - e del pre-studio di fattibilità di un nuovo ospedale da 300 posti letto in grado di rispondere alle esigenze del comprensorio frentano, l'Amministrazione Comunale di Lanciano si rende disponibile a valutare attentamente la situazione in un tavolo urgente che convocheremo invitando l'Asl 2 Lanciano - Vasto - Chieti e la Regione Abruzzo per le opportune determinazioni conclusive circa la localizzazione del nuovo ospedale di Lanciano".

L'incontro con i Sindaci del frentano per decidere la location del nuovo ospedale, era stato rinviato proprio per consentire al Sindaco Pupillo di approfondire la questione al Ministero.

Tra i siti individuati, c'era la Val di Sangro. Ma il parere del Minsitero della salute rimette ancora una volta tutto in discussione.

Intanto dall'Idv arriva la bacchettata alla Regione e alla Asl: "Chiodi e Zavattaro continuano a dire bugie - scrive il capogruppo Idv di Lanciano Gabriele Di Bucchianico in una nota - il nuovo sito bisognava individuarlo non per attingere fondi dall’ex articolo 20, ma solo perché bisogna vendere l’attuale sito del 'Renzetti' e successivamente obbligare l’amministrazione comunale a cambiare la destinazione urbanistica e gli indici edificatori per rendere più appetibile l’affare e quindi reperire una parte dei fondi che mancano". "Non si sceglie in base alle reali esigenze sanitarie del territorio - continua il capogruppo - ma secondo precisi diktat di un sistema di potere e di affari. Chiodi e Zavattaro devono andare a casa al più presto prima che i danni che hanno già prodotto diventino irreversibili".

 

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lanciano: il nuovo ospedale può sorgere sul vecchio sito

ChietiToday è in caricamento