Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Lanciano

Nuovo Ospedale di Lanciano: Zavattaro vs Pupillo

Il manager Asl risponde al sindaco di Lanciano e scioglie la polemica sui ritardi nella localizzazione del nuovo ospedale di Lanciano, che è stata indicata a Sant'Onofrio

I ritardi nella scelta dell’area del nuovo ospedale di Lanciano non sono da addebitare alla Asl. Il Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Francesco Zavattaro, risponde alle accuse del sindaco Mario Pupillo in merito alla localizzazione del nuovo presidio, "che nel rispetto di una naturale vocazione comprensoriale dovrebbe guardare a valle, ed essere collocato in una posizione tale da facilitare l’integrazione con l’ospedale di Atessa e migliorare l’accessibilità per i cittadini residenti nel vasto territorio di riferimento" sottolinea il manager.

Tutto questo senza trascurare la necessità di avere a disposizione un’area ampia che permetta la costruzione di una struttura da 300 posti letto. "Queste valutazioni - aggiunge Zavattaro -  di natura esclusivamente tecnica, inducono a privilegiare una localizzazione che risponda alle caratteristiche suddette e che quindi vedevano nella zona di Sant’Onofrio la collocazione ideale, come indicato anche dalla Commissione di esperti istituita dalla Provincia per contribuire alla scelta dell’area. L’Azienda sanitaria, dunque, ha fatto la propria parte, e invito il Comune a fare altrettanto".

Il manager ricorda anche che quello della localizzazione dell’ospedale è un atto di programmazione territoriale che produce implicazioni su infrastrutture, sistema dei trasporti, servizi di smaltimento e simili. "Se le valutazioni fatte dal Comune in merito a questi aspetti contrastano con il parere tecnico prodotto dalla Asl, non è certamente un problema di quest'ultima".

 

 

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo Ospedale di Lanciano: Zavattaro vs Pupillo

ChietiToday è in caricamento