rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Cronaca

Nomine alle aree distrettuali, Zavattaro: ''La politica non c’entra''

Il manager Asl replica ai sindaci che avevano contestato la scelta del trasferimento di Vincenzo Orsatti dall'area del "Sangro-Aventino" a Vasto

"Trovo imbarazzante dover spiegare agli amministratori locali che le scelte operate da questa Direzione Aziendale sulle aree distrettuali non rispondono a criteri politici, ma non posso accettare che la realtà delle cose sia riportata in modo distorto": il Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti Francesco Zavattaro replica in modo deciso alla posizione espressa dei sindaci degli Enti d’ambito territoriali 20 e 21, i quali hanno contestato la scelta del trasferimento di Vincenzo Orsatti dall’area del "Sangro-Aventino" a Vasto.

"La decisione di assegnare sedi diverse ai professionisti interni all’Azienda – aggiunge il manager – nasce dalla volontà di rimettere in moto progettualità, idee ed energie che ogni cambiamento comporta. Ognuno dovrà misurarsi con una nuova sfida, e questo non può che giovare a un territorio sul quale si concentreranno nell’immediato futuro attenzione e investimenti, in termini di risorse e di organizzazione. Né premiati né penalizzati: i nostri medici portano in dote alle aree di assegnazione un’importante esperienza acquisita e un'indubbia professionalità, risorse preziose che produrranno risultati tangibili nella risposta assistenziale. Obiettivo è dare servizi più efficienti e portare più salute nel territorio: credo che gli amministratori dovrebbero concentrarsi solo su questo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nomine alle aree distrettuali, Zavattaro: ''La politica non c’entra''

ChietiToday è in caricamento