menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Noemi, Cassazione boccia definitivamente Stamina

La Suprema Corte ha respinto la richiesta di dissequestro dei materiali per le infusioni presso gli Spedali Civili. I genitori della bimba di Guardiagrele affetta da Sma1 chiedono l'accesso a cure compassionevoli

La Cassazione boccia definitivamente il metodo Stamina. Tre le diverse sentenze con cui la Suprema Corte ha respinto la richiesta di dissequestro dei materiali per le infusioni presso gli Spedali Civili di Brescia del metodo ideato da Davide Vannoni.

Secondo la Suprema Corte, le infusioni somministrate con Stamina sono "pericolose o comunque non sicure per la salute umana". La Cassazione ha altresì rilevato che il metodo Stamina non è valido scientificamente.
 
Il dibattito sul metodo Stamina ha animato anche l'Abruzzo con il caso della piccola Noemi, la bimba di Guardiagrele affetta da Sma1. Proprio in questi giorni la piccola ha compiuto 3 anni; i suoi genitori chiedono l'accesso alle cure compassionevoli con un farmaco che nel nostro paese ha già superato la fase 2 della sperimentazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento